Strasburgo seconda capitale dell'Europa Unita

Volo Venezia-Strasburgo Air France: nel giro di poche ore siete nella città sede del Parlamento europeo.

Strasburgo è rimasta sempre un crocevia culturale, economico e amministrativo sin dai tempi della dominazione romana. Non solo la sua posizione centrale, ma anche la sua storia hanno indotto i fondatori dell'Europa a sceglierla come simbolo dell'Unione Europea: è stata infatti a lungo contesa e passata di mano tra Francia e Germania, fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale quando, con la definitiva restituzione alla Francia, si è messo fine alla lunga diatriba tra i due Stati. Oggi alsaziani di origine francese e tedesca, protestanti e cattolici, vi convivono serenamente nel pieno rispetto delle rispettive origini.
L'intero centro storico, denominato "Grande Ile", è stato dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'umanità.
Il fiume che scorre proprio al centro della città si chiama Ill ed è navigabile: a Strasburgo c'è il porto fluviale più importante della Francia e la maggiore compagnia di navigazione fluviale d'Europa. Uno dei tour più emozionanti della città è infatti quello in battello lungo i canali che circondano la città vecchia, con i suoi ponti coperti medievali collegati da torri di guardia e la pittoresca "Petite France", antico quartiere di conciatori ricco di mulini.
Grazie ad un abbonamento speciale denominato, potrete visitare monumenti e attrazioni di Strasburgo per 3 giorni a prezzi ridotti. Inoltre, ogni prima domenica del mese l'entrata ai musei di Strasburgo è gratuita. Maggiori informazioni.
Le festività che rendono Strasburgo famosa in tutto il mondo sono il periodo natalizio, con la magia dei Mercatini di Natale e il Carnevale, con la celebre parata di decine di carri mascherati che sfilano per la città. E riguardo al Natale c'è di più: in base ad una cronaca del 1605, già allora gli abitanti di Strasburgo usavano portarsi a casa degli abeti per addobbarli con carta colorata, frutta e dolci: è il più antico scritto sull'albero di Natale.
In occasione di un viaggio a Strasburgo non perdetevi una sosta in uno dei numerosi "winstub", taverne dalla tipica atmosfera accogliente e conviviale dove si servono, piatti tradizionali e, naturalmente, i celebri vini alsaziani e la birra, la cui produzione fu ufficializzata nel lontano 1268 con la fondazione della corporazione dei birrai alsaziani. La marca Kronenburg è originaria di Strasburgo e i suoi locali sono visitabili su prenotazione.
E infine, una curiosità di natura economica. Chi possiede un immobile a Strasburgo oggi può guadagnare molto: la città, infatti, ha risentito solo marginalmente della crisi e le abitazioni del centro valgono dai 2.500 ai 3.500 euro/mq con punte fino a 4.000 euro!

Alsazia, regione di frontiera

Un soggiorno a Strasburgo permette anche di visitare l'Alsazia, regione multiculturale dai mille tesori culturali.
A Colmar, suggestiva città ai piedi del massiccio dei Vosgi a circa un'ora di auto da Strasburgo, merita una visita il quartiere della cosiddetta "piccola Venezia".
Mulhouse è la città più importante del sud dell'Alsazia: la sua Place de la Réunion è circondata da palazzi medievali dalle facciate colorate; non perdete l'occasione di recarvi al Tempio protestante di Saint-Etienne con le sue splendide vetrate e di visitare il Museo dell'Automobile, quello delle Ferrovie e l'originale Museo dei tessuti stampati e della carta da parati, oltre al Giardino zoologico e botanico.
La zona di Ribrauvillé/Riquewihr è invece famosa per la Strada dei vini, che passa attraverso 11 paesi dalla lunga tradizione vitivinicola.

Link utili su Strasburgo e l'Alsazia: