Preparare il viaggio per Shanghai

La compagnia aerea Air France offre numerosi voli giornalieri per Shanghai, in Cina in partenza da Roma o Milano con scalo a Parigi. Un volo diretto Parigi-Shanghai dura 11 ore. A volte è necessario un ulteriore scalo, ad esempio a Pechino. Quindi il viaggio da Parigi può durare complessivamente circa 14 ore. È anche possibile partire da altri aeroporti italiani: Venezia, Pisa, Firenze, Napoli, sempre con scalo a Parigi. A Parigi transiterete per l'aeroporto di Paris-Charles de Gaulle. A Shanghai arriverete invece all'aeroporto Pudong, situato a 31 km ad est della città. Shanghai si può raggiungere con il Mag-Lev, il treno più veloce del mondo, in autobus o in automobile. Shanghai possiede anche un altro aeroporto, quello di Hongqiao, riservato però ai voli interni.
Sono sei le ore di fuso orario che separano l'Italia da Shanghai con l'ora legale, e sette con l'ora solare. Quando a Roma è mezzogiorno, a Shanghai sono le 18.
Per entrare in Cina e quindi a Shanghai occorre un passaporto valido almeno sei mesi dopo l'uscita prevista dal territorio, nonché un visto (30 giorni massimo per un visto turistico).
Il clima di Shanghai è di tipo subtropicale umido. L'estate è pertanto caldo-umida, mentre l'inverno è piuttosto freddo. Il periodo più piacevole per partire per Shanghai sono i mesi di maggio e giugno.

Shanghai, città simbolo dello sviluppo della Cina

Avete deciso di prendere un volo per Shanghai ? Shanghai è la città più grande della Cina ed una delle più grandi metropoli del mondo, con oltre 23 milioni di abitanti! È situata sulla riva Huangpu, vicino alla foce dello Yangzi Jiang, nella parte orientale della Cina.
Shanghai si suddivide in due parti: Puxi, la città vecchia, e Pudong, la città nuova, che vede fiorire, sin dagli anni Novanta, numerosi grattacieli che conferiscono a Shanghai l'aspetto di una città ultramoderna. Migliaia di imprese vi si stabiliscono ovunque.
In effetti, da qualche anno, i quartieri delle abitazioni tradizionali sono stati letteralmente rasi al suolo per essere ricostruiti con materiali moderni.
Oggi Shanghai mostra un volto spettacolare: un mix di abitazioni coloniali, tradizionali, grossi palazzi ed edifici comunisti convivono tutti insieme!
Dagli anni Ottanta, la Cina si è infatti aperta all'economia di mercato, in particolare dopo il governo di Deng Xiaoping. Di colpo la città ha cambiato radicalmente il suo volto al punto da essere scelta per ospitare, nel 2010, l'Esposizione Universale. Insomma, Shanghai è davvero il simbolo del decollo economico della Cina.

Shanghai tra quartieri tradizionali e ultra-futuristi

Prenotando un biglietto aereo per Shanghai aspettatevi di venire storditi dal futurismo di questa megalopoli! Le torri, una più alta dell'altra, nascono a una velocità impressionante! La torre più alta resta però La Perla d'Oriente, la torre di un'emittente radiofonica, che raggiunge i 468 m. I turisti possono salire fino a 263 m per godere di una vista incredibile su Shanghai.
Bisogna dire che Shanghai offre architetture molto diverse tra loro. Il Tempio di Longhua, visitabile, il più antico e più importante monastero della città, e le antiche residenze di Sun Yat-Sen, fondatore della Repubblica cinese, di Soong Ching Ling, "madre della Cina moderna", e di Lu Xun, celebre scrittore cinese, sono esempi di architettura tradizionale. E perché non passeggiare lungo il Bund, da dove si gode un panorama magnifico dello skyline di Shanghai? Si può anche fare shopping sulla strada pedonale di Nanjing, grande arteria lunga 5 km.
Stanchi dei rumori di Shanghai? Fate una pausa nell'oasi di pace del Giardino Yuyulane: due ettari di verde costellato di chioschi, ponti e stagni.

Per ulteriori informazioni su Shanghai: