Pechino e l'Impero del Sol Levante

Destinazione esotica per eccellenza per tutti gli europei, la Cina o Repubblica Popolare Cinese accoglie oggi numerosi turisti alla scoperta della sua cultura millenaria. La capitale Pechino offre una prospettiva moderna della Cina conservando allo stesso tempo i tratti distintivi del suo passato imperiale. In occasione di un viaggio in Cina è praticamente impossibile averne una visione globale tanto il territorio di questo Paese è vasto ed eterogeneo. Si estende infatti su quasi 10 milioni di chilometri quadrati. Si possono però distinguere almeno due grandi regioni: il Nord-ovest e il Sud-est. Il Nord-ovest è caratterizzato da montagne, deserti e un clima continentale. Questa parte della Cina è la meno popolata. Il Sud-est, invece, è costituito da territori più umidi dove si trova l'essenza delle culture e degli abitanti del Paese. Pechino, situata nel nord-est del Paese, costituisce una prima tappa del viaggio alla scoperta della Cina. Scoprite le offerte Air France sui biglietti aerei Roma-Pechino.

Cosa c'è da vedere a Pechino?

Con più di 20 milioni di abitanti, Pechino è una delle città più popolose al mondo, oltre che essere il centro economico della Cina. Ben lontana dall'era del comunismo, la città si è notevolmente modernizzata ed è in costante evoluzione. Pechino conserva ciononostante un patrimonio culturale e architettonico importante di grande interesse per il turista.

La Città Proibita
Un tempo chiamato "Città purpurea", quest'ampio complesso era il centro dell'Impero cinese, oltre che antica dimora dei diversi sovrani della Cina. Costruito a partire dal 1407, conta quasi 9.000 tra saloni e camere. La città imperiale è composta da due sezioni: una pubblica, chiamata "Corte esterna", dove si tenevano le cerimonie e gli eventi pubblici; la "Corte interna", invece, era lo spazio privato dell'imperatore e ospitava gli appartamenti dei membri della famiglia imperiale. È possibile visitare l'esterno degli edifici e il museo.

Piazza Tienanmen
Dalla Città Proibita, si accede alla Piazza attraverso la Porta della Pace celeste. Si tratta della terza piazza più grande al mondo, con più di 40 ettari di superficie. Fu teatro di numerosi eventi politici cinesi, tra cui la proclamazione della Repubblica Popolare da parte di Mao e le manifestazioni di piazza del 1989. Nei pressi della piazza si trovano il Mausoleo del Presidente Mao, il monumento agli Eroi del Popolo e l'Opera di Pechino.

Il quartiere di Xicheng
Situato a nord della Città Proibita, è il quartiere tipico della vecchia Pechino. Vi si possono visitare il Parco Beihai e i laghi Qianhai, Houhai e Xihai. È possibile anche visitare antiche dimore tradizionali di Pechino. Da non perdere inoltre le Torri del Tamburo e della Campana e gli hutong, tradizionali vicoli della città vecchia.

Rapito dalla ricchezza e dal fascino di questa città, il visitatore deve avere mille occhi per poter cogliere tutte le sue particolarità. Occorre prevedere almeno 3 giorni per fare il giro dei luoghi più emblematici di Pechino. Altro luogo da visitare è il Tempio del Cielo, residenza estiva dell'imperatrice Cixi e, naturalmente, la Grande Muraglia.

La cultura cinese

La civiltà cinese è una delle più antiche e raffinate del mondo. Si può facilmente averne uno scorcio grazie alla cucina, che vanta un'infinità di piatti e variazioni sul tema. A Pechino si possono assaporare i piatti tradizionali della regione, influenzati dagli usi e costumi del nord. Naturalmente tra questi c'è la famosa anatra laccata alla pechinese. Ma la cucina pechinese nasconde ben altri tesori del gusto tipici della vecchia Pechino, come la fonduta cinese shuanyangrou o i chao geda, spaghettini di pasta fritta accompagnati da carne e verdure. Si trovano numerosi ristoranti tradizionali un po' dappertutto in città.

Pechino a portata di mano

Il fuso orario tra Roma e Pechino è di 6 ore in estate e 7 ore d'inverno. Vista l'immensità del suo territorio, il clima cinese può variare da una regione all'altra. Per mettersi in viaggio per Pechino è preferibile partire in primavera o in autunno, stagioni che offrono temperature più miti. Attenzione: in Cina l'acqua del rubinetto non è potabile! Si consiglia di bere piuttosto tè o birra, che sono le bevande più consumate in Cina. Prima della partenza verificate di aver aggiornato le vaccinazioni e seguite i consigli del medico curante.

Ulteriori informazioni su Pechino