Voglia di visitare Ouagadougou

Carta d'identità di Ouagadougou

Stato: Burkina Faso (Africa)
Superficie: 219 km²
Abitanti: ca. 1.500.000
Moneta ufficiale: franco CFA (XOF)
Lingue ufficiali: francese (il moré, parlato tra la popolazione)
Altitudine: 294 m s.l.m.
Clima: clima steppico (semi-arido caldo).
Aeroporto: Ouagadougou Airport

Periodo di visita consigliato: da giugno a novembre (stagione delle piogge) con temperature medie di 30°C a dicembre e gennaio (stagione fredda) con temperature medie di 19°C. In aprile e maggio si raggiungono anche i 40°C.

Consigli sulla sicurezza: in città si consiglia di non circolare a piedi di notte e di non prendere la macchina col buio. Il Paese è però politicamente stabile e sicuro.

Attività: Ouagadougou è un centro culturale tutto l'anno. Sede della SIAO (Fiera internazionale di arte ed artigianato) e del FESPACO (Festival panafricano di cinema e televisione), ha molti cinema, night club e centri culturali francesi, americani e zaka. Merita una visita il mercato centrale coperto, il palazzo del Moro Nabacon la cerimonia tradizionale che si svolge ogni mattina all'alba, e il Museo nazionale. Il Burkina Faso dispone di parchi naturali adatti ai safari (Arly e W, Kaboré Tembi, Foresta di Deux Balés, Ranch di Nazinga), dove vivono anche uccelli acquatici e coccodrilli. Lo stagno dei caimani sacri, il più conosciuto, si trova a Sabou, vicino a Koudougou. Particolarmente affascinanti sono la falesia di Banfora, le cui rocce, per l'erosione di vento e acqua, hanno preso la forma di visi, animali, capanne, e le cascate di Karfiguela. Non lontano, il lago dei pescatori di Tengrela presenta paesaggi bellissimi e interessanti scene di vita locale: i villaggi della savana fanno parte integrante del paesaggio dell'entroterra: le case possono essere di terra, legno o paglia a seconda delle etnie. Interessanti sono anche gli enormi baobab, alcuni dei quali hanno circa 2.000 anni. Il Paese punta molto sull'arte locale e la tradizione: nell'artigianato spiccano le maschere rituali. Il territorio, pianeggiante e dotato di una rete stradale sviluppata e grandi direttrici asfaltate, può essere visitato noleggiando una bicicletta. Gli autobus privati sono il mezzo di trasporto più efficace; i taxi collettivi sono invece più cari, meno comodi e non forniscono garanzie di orario.

Curiosità: il tasso di scolarizzazione e alfabetizzazione non è molto alto, ma negli ultimi anni le autorità stanno investendo sulla comunicazione e i media promuovendo lo sviluppo e sensibilizzando la popolazione su norme igieniche e lotta alla criminalità, prostituzione e analfabetismo. Ogni giorno in città arrivano tonnellate di legna da ardere, ancora usata per cucinare e trasportata con carretti trainati da asinelli. La città è gemellata con Torino.

Dalla prenotazione di viaggi di gruppo al volo con destinazioni multiple ai voli economici , Air France è la compagnia aerea che vi porta in Africa in poche ore! Acquistate subito un volo per Ouagadougou !

Consigli pratici per il viaggio a Ouagadougou

Formalità e visti: per entrare in Burkina Faso è necessario il visto, ottenibile presentando tre copie del modulo di richiesta dove va indicato l'indirizzo dell albergo accompagnato da 3 fototessere, dal passaporto e da €35 di diritti consolari a visto per soggiorni di max. 3 mesi. Per scattare fotografie in tutto il Paese è meglio avere un permesso specifico, da richiedere gratuitamente dal Ministero dei Trasporti e del Turismo.

Norme igieniche: l'unico vaccino obbligatorio è contro la febbre gialla e va eseguito presso un centro abilitato non oltre 10 giorni prima della partenza. È vivamente consigliato di effettuare un trattamento anti-malarico e dormire con una zanzariera, portare vestiti lunghi la sera e utilizzare spray anti-zanzara. Per prevenire la dissenteria evitare verdura cruda, ghiaccioli e acqua del rubinetto.
Per notizie aggiornate su Ouagadougou e il Burkina Faso visitate il sito del Ministero degli Esteri .