Partite alla scoperta di Dakar e del Senegal

Città decisamente dinamica, Dakar è divenuta nel corso dei decenni un importante crocevia culturale ed economico tra l'Africa occidentale e l'Europa. La capitale della Repubblica del Senegal è l'immagine stessa del Paese: moderna e in piena mutazione. A partire dal XIX secolo la città inizia a diventare uno dei luoghi principali della storia del Senegal e si sviluppa sotto la tutela della Francia. Ma è soltanto nel 1958 che Dakar acquista lo status di capitale. Dakar è anche nota come la tappa finale di un celebre rally ideato dal pilota francese Thierry Sabine.
Benché le tracce della colonizzazione francese siano sempre presenti, il Senegal ha saputo trarre profitto dalla propria storia e dalla sua posizione geografica per avviare una propria transizione economica. La popolazione di Dakar è in costante aumento e raggiunge oggi gli oltre 3 milioni di abitanti, essendo anche il punto focale delle principali attività economiche del Paese.

Visitare Dakar

Dakar costituisce una bella destinazione per i visitatori interessati al Senegal e alla sua cultura. La città non possiede molti monumenti antichi, eccetto alcuni edifici risalenti all'epoca coloniale. I luoghi notevoli della città sono essenzialmente:
  • La Grande Moschea
  • I mercati di Sandaga e Kermel,
  • La Piazza Indipendenza,
  • La Porta del terzo millennio che simboleggia l'apertura del continente africano,
  • Le spiagge dei dintorni di Dakar,
  • Il Museo di Arte africana Théodore-Monod situato all'interno dell'Institut fondamental d'Afrique noire,
  • Il Plateau, il quartiere più moderno che guarda all'Isola di Gorée. Gli influssi europei qui la fanno da padrone.

Dakar ospita regolarmente grandi eventi internazionali come il Dakar Art Festival.
Gli spostamenti a Dakar avvengono tramite linee di taxi e autobus che coprono l'intera città.

Nelle vicinanze di Dakar, a Touba, si trova una delle più importanti moschee di tutta l'Africa. Il lago rosa o Lago Retba è anch'esso un'attrazione turistica situata nei pressi di Dakar. Il colore del lago, leggermente rosato, è in parte dovuto al suo alto contenuto di sale e agli organismi viventi presenti nelle sue acque. Il lago di Retba è poco profondo e il suo sale viene raccolto ed usato in tutto il Senegal.

Le isole di Dakar

La capitale del Senegal sorge di fronte a tre isolotti al largo di Capo Verde, un'oasi ideale per rilassarsi lontano dai rumori della metropoli.

L'Isola di Gorée è una delle più turistiche nonostante sia luogo di tristi memorie a causa della tratta dei neri. Famosa per il suo fascino, le sue stradine e le sue fortificazioni, ospita numerosi laboratori di artisti. Da non perdere: Il Museo storico del Senegal, il Castel e la casa di Blaise Diagne, primo deputato africano a sedere all'Assemblea nazionale francese.

Le Isole della Madeleine: per gli amanti della natura, questo arcipelago è perfetto per lanciarsi alla scoperta della biodiversità e delle specie animali e vegetali del Senegal. Vi si trovano bellissimi siti dove fare un bagno circondati dai pesci. È l'unica area naturale tutelata dell'intero Paese.

L'Isola di N'Gor: ideale per fare il bagno, l'Isola di N'Gor è una destinazione decisamente turistica dove si possono praticare numerosi sport acquatici.

Un viaggio a Dakar

È possibile prenotare un biglietto aereo Roma-Dakar direttamente dal nostro sito internet. Vi consigliamo di scegliere con cura il periodo del viaggio. La stagione migliore per visitare il Senegal è quella secca e, in particolare, i mesi da novembre a marzo. La stagione delle piogge si colloca invece in estate.
Il passaporto, indispensabile per entrare in territorio senegalese, deve essere valido per 6 mesi oltre il rimpatrio. È necessario anche un visto. Informatevi presso l'Ambasciata del Senegal in Italia per ulteriori informazioni sulle condizioni di ingresso nel Paese .

Ulteriori informazioni su Dakar