Bamako, una delle città più importanti dell'Africa orientale

Con i suoi paesaggi multicolori tra deserto e savana, il Mali è un vasto Paese situato ai confini col Niger, la Mauritania, il Senegal e il Burkina Faso. La sua capitale Bamako ospita quasi 2 milioni di abitanti su un totale di 15 milioni residenti nell'intero Paese. La città sta attraversando un periodo di forte crescita demografica grazie al suo ruolo economico e politico. Bamako è attraversata dal fiume Niger e si trova in una conca circondata da cinque colline. Il suo clima tropicale le consente di beneficiare di una ricca e lussureggiante vegetazione.
Bamako possiede lo status di distretto dal 1977 ed è suddivisa in 6 comuni ciascuno dei quali ha un proprio codice.
La sua posizione sulle sponde del Niger ne ha fatto anche un importante porto fluviale.
Originale e avvincente, il Mali è un Paese che suscita sorpresa nei visitatori europei. Bamako presenta volti ben diversi tra loro: da una parte quello tradizionale con i suoi quartieri antichi e i mercati, dall'altra quello di una città in piena espansione, come del resto altre città africane.
Un viaggio a Bamako rappresenta un'esperienza unica, un'occasione per scoprire la cultura e la società maliane. Oltretutto, la città è dotata di tutte le infrastrutture e i servizi di accoglienza per i turisti stranieri. Rivolgetevi all'Ambasciata o al Consolato del Mali a Roma o all'Ufficio del Turismo di Bamako (in francese) per ulteriori informazioni.

I luoghi imperdibili di Bamako

Bamako presenta numerosi luoghi davvero straordinari. Tra quelli principali vale la pena citare:
  • La Collina del potere dove sorge il palazzo di Koulouba: è qui che risiede il presidente del Mali.
  • La cattedrale di marmo lilla di Bamako,
  • Il monumento all'indipendenza, caratterizzato da un'architettura singolare, con minareto annesso. Sulla base sono iscritti tutti i nomi dei personaggi che hanno contribuito all'indipendenza del Mali.
  • La Torre africana, simbolo dell'unità del continente africano.
  • Il cippo commemorativo a Modibo Keita, che fu primo presidente del Mali dal 1960 al 1968.
  • Il mercato rosa la cui architettura neo-sudanese ricorda il profondo legame tra i due Paesi.
  • Il Monumento alla pace
  • Il Monumento all'ospitalità


Ma Bamako è anche una città traboccante di musei. Il più famoso è senza dubbio il Museo nazionale del Mali, contenente un'importante collezione di cimeli dall'antichità ai nostri giorni. Il Museo Muso Kunda sulla popolazione femminile del Mali è anch'esso un luogo da visitare durante un viaggio a Bamako.

Da vedere nei dintorni di Bamako

Intorno a Bamako sono numerosi i luoghi da scoprire per avere uno scorcio più ampio sul Mali, sulla sua cultura e la sua popolazione. Noleggiando un'automobile si può facilmente percorrere il sud del Paese. Ségou, sulle rive del Niger, è la vecchia capitale del regno Bambara, rinomata per il mercato delle terrecotte. Inoltre, è sede del Festival del Mali.
Un'altra destinazione è Mopti, città che ha dato il nome alla regione amministrativa che la ospita. Ad una mezz'ora di distanza dalla città si trova un villaggio tipico di pescatori. Djenné e le falesie di Bandiagara, entrambi Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, si trovano anch'essi in prossimità di Mopti.

Prima di recarsi a Bamako è bene sapere che…

Prima di partire, informatevi presso il Ministero degli Esteri per aggiornarvi sulla situazione del Paese. La stagione migliore per fare un viaggio a Bamako è senza dubbio quella invernale, da novembre a febbraio, quando gli sbalzi termici tra il giorno e la notte sono ridotti. Con Air France potete acquistare direttamente un biglietto aereo on line. Dopo la conferma della prenotazione occorrerà espletare tutte le formalità di accesso al Paese. Sono obbligatori sia un passaporto valido che il visto. Per ottenere quest'ultimo, occorre consegnare due foto-tessera pagando in contanti. Informatevi direttamente presso l'Ambasciata del Mali per ulteriori informazioni sulle formalità di entrata nel Paese.

Ulteriori informazioni su Bamako