Un viaggio entusiasmante da Lione al borbonese

Pubblicato il 

Un viaggio entusiasmante da Lione al borbonese

L'antica provincia del borbonese, vicino a Lione, è una terra ricca di storia, architettura e tradizioni che offre le sue ricchezze a chi ha voglia di esplorarla. Segua la guida.

Un viaggio entusiasmante da Lione al borbonese

Cure termali, tessuti gingham e pastiglie a Vichy

Per chi viene da Lione, è più semplice iniziare l'esplorazione partendo da Vichy. Soprannominata “la regina delle città delle acque”, Vichy la conquisterà da subito grazie ai suoi spazi verdi e alla dolce vita semplice e raffinata al contempo.

Prenda il tempo di scoprire tutto ciò che la rende celebre, dalle terme alle famose pastiglie alla menta, dalle sorgenti d'acqua minerale alle personalità emblematiche che ci hanno vissuto. Napoleone III ha voluto lo sviluppo di questa stazione termale, che in seguito ha suscitato un enorme interesse. L'Imperatore soffriva infatti di calcoli renali e aveva deciso di venire a curarsi qui ogni anno. Aveva quindi avviato grandiosi lavori di modernizzazione e riorganizzazione affinché Vichy fosse un luogo di cure e di svaghi.

Visiti la Hall des sources, dove scoprirà l'acqua delle quattro sorgenti presenti e utilizzate nel territorio di Vichy: Chomel, Grande Grille, Hôpital e Lucas.

Passeggi in ogni stagione lungo le sponde dell'Allier, interamente attrezzate e dedicate al relax. Le passerelle di legno collegano la città con il fiume: i bambini ci giocano, gli sportivi fanno jogging e le barche a vela attraccano ai pontili… Se lo desidera, ceni al Tahiti Plage, una delle numerose guinguette, le trattorie sulle sponde del fiume. L'atmosfera conviviale e rilassata è garantita.

Tahiti plage
Parc des Bourins
Avenue de France
03200 Vichy
Francia
+33 4 70 32 70 94
www.facebook.com/tahitiplagevichy/

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Un viaggio entusiasmante da Lione al borbonese

Lungo la Sioule

Riprenda il cammino verso il nord del dipartimento dell'Allier. Faccia una prima sosta a Charroux, un'antica piazzaforte. Passeggi tranquillamente nelle stradine lastricate di questo borgo medievale. Approfitterà della relativa altitudine, 413 metri, per ammirare le valli tutt'intorno. Passando dalla corte Cour des dames a quella della Torre dell'orologio, non dimentichi di acquistare un vasetto di senape di Charroux, una specialità locale con un ingrediente particolare: un cucchiaio di vino bianco che le dà un sapore molto caratteristico.

Per pranzare percorra qualche minuto in auto per raggiungere la Ferme de Saint Sébastien, dove l'accoglierà la chef Valérie Saignie, responsabile di questa antica fattoria rinnovata. Si lasci deliziare dal pollo in salsa Duchambais, una specialità borbonese a base di aceto, scalogno e panna e nella stagione giusta, assaggi anche le frittelle di zucchine alla crema di erba cipollina.

Il suo itinerario prosegue fino a Saint Pourçain-sur-Sioule, a circa venti minuti di strada. Questo borgo è noto per il vigneto, uno dei più antichi di Francia. I vini prodotti qui erano infatti serviti alla tavola reale sin dal XIII secolo, con sommo piacere del re Luigi IX. Faccia una sosta anche nella tenuta Domaine Ray per degustare i bianchi, i rosé e i rossi di produzione familiare. Sarà lei a decidere quale vino accompagnerà meglio la celebre andouillette (interiora di maiale e/o vitello) locale!

Ferme Saint Sébastien
Chemin de Bourion
03140 Charroux
Francia
+33 4 70 56 88 83
www.fermesaintsebastien.fr/

Domaine Ray
8 rue Louis Neillot
03500 Saulcet
Francia
+33 4 70 45 35 46
www.vins-saintpourcain-caveray.fr/

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Un viaggio entusiasmante da Lione al borbonese

Il patrimonio nascosto di Moulins

Il suo tour turistico nel cuore dell'Allier la conduce a Moulins, la capitale storica del borbonese. È obbligatoria una tappa al castello dei Ducs de Bourbon, il cui tetto singolare si è aggiudicato il soprannome “Mal Coiffée” (spettinato). Questo castello ha vissuto il suo momento di gloria nel XV secolo, quando Carlo di Bourbon-Montpensier viene nominato connestabile del re Francesco I.

Segua la visita guidata: un'ora e mezza per tornare indietro nel tempo e capire il ruolo di Moulins e del borbonese nella storia della Francia. In questi luoghi sono infatti nati numerosi re francesi, da Enrico IV a Carlo X. I 200 scalini che la conducono alla cortina promettono un panorama stupendo sulla città, sul fiume Allier e sulla campagna.

Tra i numerosi monumenti storici, Moulins custodisce un tesoro unico nel suo genere: il Centro nazionale dei costumi di scena. In questo luogo sono conservati circa 10.000 costumi della Comédie Française, dell'Opéra e della Biblioteca nazionale di Francia. Teatro, danza, balletto, opera… gli esemplari più antichi risalgono al XVIII secolo. Il costume indossato dalla famosissima Sarah Bernhardt in una rappresentazione di Ruy Blas di Victor Hugo è invece del 1872. Ammiri questo abito interamente in raso, ricamato con perle, galloni e paillette d'oro, è davvero magnifico.

Château des Ducs de Bourbon, Mal Coiffée
Place Colonel Laussedat
03000 Moulins
Francia
+33(0)4 70 20 48 47

Centre national du costume de scène
Quartier Villars
Route de Montilly
03000 Moulins
Francia
+33 4 70 20 76 20
https://www.cncs.fr/?language=en-gb

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Un viaggio entusiasmante da Lione al borbonese

Direzione Montluçon

Da Moulins può raggiungere in un'ora Montluçon, a sud-ovest dell'Allier. Troverà un cartello stradale con l'indicazione “Château des Ducs de Bourbon”. Qui, infatti, i Borbone hanno fatto costruire un imponente castello prima di quello di Moulins. È possibile visitare una sola torre, ma ne vale la pena perché la vista sulla città e i dintorni è splendida.

Dopo aver lasciato il piazzale del castello, passeggi nelle strade pedonali della città medievale. Le case a graticcio e gli hôtel particulier sono ben conservati. I numerosi baracchini creano un'atmosfera molto piacevole. Troverà anche dei caffè in cui fare una piccola pausa prima di proseguire l'esplorazione.

È di passaggio di sabato mattina? Avrà il piacere di curiosare tra le bancarelle colorate del mercato, ricche di gustosi prodotti locali. E se ha voglia di qualcosa di goloso per chiudere in bellezza quest'ultima tappa, assaggi i piatti del ristorante Le Grenier à Sel, una splendida casa d'epoca in cui lo chef Jacky Morlon rivisita con talento il repertorio culinario borbonese. Se il tempo lo permette, chieda un tavolo in terrazza e si accomodi nel giardino verde all'ombra degli alberi centenari. La sua parentesi borbonese si chiude meravigliosamente.

Château des ducs de Bourbon à Montluçon
Rue du Château
03100 Montluçon
Francia
+33(0)4 70 02 55 00

Le Grenier à sel
10 rue Sainte Anne
Place des Toiles
03100 Montluçon
Francia
+33 4 70 05 53 79
https://www.legrenierasel.com/en/restaurant-montlucon.html