Museo Capodimonte, caravaggesco!

pinacoteca
Museo Capodimonte, caravaggesco!

Il più grande museo d'Italia merita una visita sia per le collezioni straordinarie che per la bellezza dei luoghi, che offrono un accesso privilegiato al Palazzo Reale dei principi di Borbone. La magnificenza della pinacoteca di Capodimonte umanizza il divino. Un concetto da cogliere con emozione davanti allo splendore del panorama che si affaccia sulla città e sul Vesuvio.

Cos'hanno in comune La Parabola dei ciechi di Bruegel il Vecchio (1568), Giuditta che decapita Oloferne di Artemisia Gentileschi (1614), le Il Ritratto di Luca Pacioli, monaco che trasmise l'arte della divina proporzione a Leonardo da Vinci, tramite Jacopo de Barbari (1460), La Flagellazione di cristo di Caravaggio (1607) e la sua emozione davanti allo splendore della vista che si apre su Napoli ai suoi piedi e sul Vesuvio?
Tutti i capolavori rendono umano il divino (caratteristica propria del caravaggismo), sia esso una emanazione della religione, della conoscenza o della vista magnifica che si offre ai sensi del visitatore. Tutto questo si può scoprire a nord di Napoli, sulla collina di Capodimonte nel museo omonimo, ospitato nella Reggia e nel parco dallo stesso nome.
All'interno, la Collezione Farnese e la Galleria Napoletana si contendono i talenti per ripercorrere la storia della pittura, dal XIII al XVIII secolo.

Museo Capodimonte
Via Miano, 2
80137 Napoli

Tel.: +39.081.749 9111

www.polomusealenapoli.beniculturali.it