Le delizie della clandestinità al Carry Nation

viaggio tra i sapori insolito
Le delizie della clandestinità al Carry Nation

Il proibizionismo, introdotto con il XVIII emendamento della Costituzione americana, ha vietato la produzione, l'acquisto e la vendita di alcol nel territorio federale tra il 1920 e il 1933.

Nell'epoca in cui il Kansas vieta la vendita di bibite alcoliche, Carrie Amelia Moore Nation aderisce al movimento della Temperanza e si lancia in una lotta all'ultimo sangue contro i bar che violano la legge. Credendo di essere investita da una missione divina, saccheggia le strutture fuori legge al ritmo di inni religiosi cantati dalle sue consorelle.

Tra i precursori degli speakeasy di Francia, il Carry Nation è nato nel VI arrondissement di Marsiglia nel 2011. Protetta dalle volte di pietra, questa prima cantina urbana le chiede indirizzo e-mail e numero di telefono prima di svelarle l'indirizzo esatto, tenuto segreto dai gestori Guillaume Ferroni e Luc Litschgi. Munito di un codice segreto, entrerà in questo bar clandestino, dove i bootlegger si apprestano a preparare i cocktail del periodo del Proibizionismo. Farà un salto indietro nel tempo, nell'epoca avvolta dal mistero in cui Al Capone regnava sovrano sul contrabbando.

Carry Nation
Indirizzo segreto comunicato durante la prenotazione sul sito internet
13006 Marsiglia

www.carrynation.fr