La sua prima volta a Parigi: una magia da vivere

Pubblicato il 

La sua prima volta a Parigi: una magia da vivere

Dinanzi alla miriade di monumenti, esperienze e scoperte, quali scegliere per il suo primo soggiorno nella Ville Lumière?

Per cominciare, una visita al Petit Palais

Per la sua prima visita, Parigi ha in serbo per lei esperienze indimenticabili. A cominciare dal Petit Palais. L'interno di questo monumento dall'architettura esuberante ospita un giardino tranquillo. Tra il colonnato e la rigogliosa vegetazione, la caffetteria l'invita a sedersi a un tavolino e assaporare croissant, macaron e pasticcini nella quiete di questo piccolo parco. Prima di lasciare il museo, si conceda una passeggiata nella magnifica galleria delle sculture. Oltre trenta statue abitano questo luogo coperto da ampie volte. Ognuna svela, a modo suo, il talento dei grandi artisti del XIX secolo, come i corpi leggiadri delle danzatrici di Serge Youriévitch.

A passeggio sugli Champs-Élysées

Dopo la visita al Petit Palais, è d'obbligo una passeggiata lungo il viale più famoso al mondo. Al mattino, l'ambiente degli Champs-Élysées si risveglia dolcemente al suono delle terrazze delle caffetterie e dei passi dei primi viandanti. Al civico 25 sarà colpito da una facciata imponente. È l'hôtel de la Païva il cui nome deriva da una celebre cortigiana del Secondo Impero. L'architettura dell'edificio e la sua straordinaria decorazione hanno animato le conversazioni ottocentesche dell'intera città.

Sopra i tetti di Parigi

La prossima attrazione che troverà sul suo percorso è l'Arco di Trionfo, eretto in onore dei soldati di Napoleone I. Una piccola scala la condurrà in cima al monumento. Da qui, a un'altezza di 50 metri, la vista su Parigi è affascinante. I grandi edifici haussmaniani creano un'armonia perfetta, mentre gli ampi viali, che irradiano dal punto in cui si trova, raggiungono la solenne collina di Montmartre e la Torre Eiffel.

Dalla Torre Eiffel al Louvre

Dopo una piccola deviazione per vedere da vicino l'imperdibile Torre Eiffel, nota anche come Dame de Fer, prenda il Lungosenna per recarsi al Museo del Louvre. Ogni primo sabato del mese, a partire dalle 18:00, potrà visitarlo in notturna ed esplorare le sale di esposizione nella calma che di giorno difficilmente troverà. E chissà, potrebbe anche riuscire ad avvicinarsi all'incantevole Gioconda che fa perdere la testa alla folla di turisti. Non prosegua senza passare dalla galleria di Apollo, che con i suoi stucchi decorativi e dettagli in oro sfoggia i soffitti affrescati più sorprendenti del museo.

Arte contemporanea e opera

Eccola nel cuore della capitale. All'angolo di una strada scorgerà il profilo sorprendente del Centre Pompidou, dedicato all'arte contemporanea. Le scale mobili longilinee, i tubi che sembrano emergere dalle viscere della città e le opere stesse che escono dal museo per raggiungere la fontana Stravinsky: ogni angolo dell'edificio è ispirato al movimento.

Il suo desiderio di arte la spingerà oltre. Per la serata, avrà prenotato un posto per lo spettacolo dell'Opéra Garnier. Ma se preferisce ammirare con più calma le sfarzose decorazioni di questo palazzo, si ritagli il tempo di una visita durante il giorno per apprezzare l'armonioso accostamento di stili diversi, come gli obelischi egizi, le colonne romane e le volte dall'aspetto medievale. Un luogo che rispecchia perfettamente l'essenza di Parigi: affascinante ed eclettica.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~