Il mare, la sabbia a non finire

esplorazione sport e benessere
Il mare, la sabbia a non finire

Settanta chilometri di costa e trentasette spiagge tra le più rinomate dei Caraibi.

La prima sosta stupenda è la bella distesa di sabbia fine della Baie Orientale, situata sulla costa nord-orientale, che dà sull'Oceano Atlantico. Qui, lontano dalla tranquillità del Mar dei Caraibi, le onde, create dal moto dell'oceano, si infrangono contro gli scogli. Divisa in due, la maggior parte della spiaggia è nudista.
Poi, la più piccola delle 37 spiagge di Saint-Martin, ben nascosta in una cala, lontana da sguardi indiscreti, è giustamente denominata la Plage des amoureux (spiaggia degli innamorati). Si dice che debba il nome alle sue dimensioni: così minuscola da non poter accogliere più di due persone per volta, giusto il tempo per un bacio. Anche Happy Bay, dal canto suo, ha un nome ben meritato. Giunti su questa distesa di sabbia bianca, soffice e fine, niente al mondo potrebbe farvi desiderare di essere da qualche altra parte.
Altre piccole meraviglie aspettano di essere visitate, in particolare dalla parte di Crowl Rock, nei pressi della baia di Grand Case. È giunto il momento di infilarsi pinne, maschera e boccaglio per un'immersione nelle acque calde e cristalline in cui nuotano centinaia di pesci pagliaccio. Se si è fortunati, si ammireranno razze e tartarughe, ma per nuotare tra queste ultime, bisogna recarsi all'isolotto di Tintamarre, magnifico luogo selvaggio e protetto, da non perdere.