Collezione Peggy Guggenheim, da vedere e rivedere

arte e cultura
Collezione Peggy Guggenheim, da vedere e rivedere

Semplicemente il museo d'arte moderna più famoso e visitato in Italia.

C'era una volta Peggy Guggenheim. Un'americana eccentrica, anticonformista e ricchissima che ha conosciuto, amato e frequentato tutti gli artisti del XX secolo. Peggy Guggenheim aveva uno sguardo sull'arte fuori dal comune. Sapeva riconoscere il vero talento e individuare le opere che sarebbero rimaste nella storia.
Nel 1947, acquistò da Luisa Casati il palazzo Venier dei Leoni. Costruita nel 1748 in riva al Canal Grande, la struttura non è completa, è stato realizzato un solo piano. Peggy Guggenheim si trasferì qui e dopo aver presentato la sua collezione alla Biennale, la espose nella sua dimora. Questa stravagante mecenate organizzò in questo luogo le prime mostre italiane di Jackson Pollock e Mark Rothko. Prima di morire, decise di donare questa casa-museo alla fondazione Solomon R. Guggenheim, che da allora la gestisce e organizza esposizioni temporanee che affiancano la collezione permanente con le opere di Picasso, Léger, Mondrian e le sculture di Brancusi e Calder.
Le raccomandiamo la sala dedicata ai gioielli e agli occhiali di Peggy Guggenheim che hanno ispirato numerosi gioiellieri e designer di occhiali.

Collezione Peggy Guggenheim
Campo San Fantin 1965
30124 Venezia

Tel.: +39 (0)41 240 5411

www.guggenheim-venice.it