Informazioni legali Condizioni generali di trasporto

Articolo XVII - Vettori aerei successivi

17.1. Il Trasporto Aereo, da effettuarsi tramite più Vettori successivi nell´ambito di un solo Biglietto, o di un Biglietto Complementare, ai fini dell´applicazione della Convenzione è ritenuto un trasporto unico quando esso è stato considerato dai contraenti come un´unica operazione.
Le disposizioni riguardanti quest´eventualità sono illustrate nell´articolo 19.1.3 (a)

17.2. Se il Vettore è l´emittente del Biglietto, o se la sua ragione sociale è indicata per prima nel Biglietto o in un Biglietto Complementare, in caso di Trasporto successivo il Vettore sarà responsabile solo della tratta del Trasporto effettuata con i propri mezzi.

17.3. Nell´eventualità di distruzione, perdita, danneggiamento o ritardo dei propri Bagagli, il Passeggero o i suoi aventi causa potranno presentare ricorso contro il vettore che ha effettuato il trasporto durante il quale si è verificato l´incidente o il ritardo. Inoltre il Passeggero potrà presentare ricorso contro il primo e l´ultimo vettore.

Articolo XVIII - Formalità amministrative

18.1. Disposizioni generali
(a) È responsabilità del Passeggero procurarsi tutti i documenti, i visti e i permessi particolari necessari per effettuare il proprio viaggio ed eventualmente per quelli dei propri figli minori e/o dei passeggeri di cui è responsabile e/o degli Animali da Compagnia al proprio seguito. Inoltre il Passeggero deve attenersi alla normativa vigente nei vari Stati (di partenza, di destinazione e di transito) e alle disposizioni del Vettore.

(b) Il Vettore non può essere ritenuto responsabile delle conseguenze subite dal Passeggero se quest´ultimo non rispetterà gli obblighi indicati nell´articolo 18.1 (a).

18.2. Documenti di viaggio

(a) Il Passeggero è tenuto a esibire tutti i documenti d´ingresso, di uscita e di transito, nonché i documenti sanitari e gli altri documenti richiesti dalla normativa vigente negli Stati di partenza, di destinazione e di transito. Inoltre il Passeggero è tenuto a consegnare tali documenti al Vettore e/o a consentirgli, ove necessario, di effettuarne delle copie o di prendere nota dei dati ivi contenuti.

(b) Come previsto dall´articolo 9, il Vettore si riserva il diritto di rifiutare il trasporto ai Passeggeri che non ottemperino alla normativa vigente o in caso di dubbio sulla validità dei documenti presentati.

(c) Il Vettore non potrà essere ritenuto responsabile delle conseguenze (e in particolare delle perdite e dei costi) subite dal Passeggero per non essersi attenuto alla normativa vigente.

18.3. Diniego d´ingresso
Saranno a carico del Passeggero a cui venga rifiutato l´ingresso in un territorio tutti i costi e le multe imposti dalle autorità locali al Vettore in conseguenza di tale diniego nonché la Tariffa Tasse Incluse qualora il Vettore sia costretto da un ordine di un´autorità pubblica a ricondurre il Passeggero nella località di partenza o altrove. Il Vettore non rimborserà al Passeggero il costo del Biglietto acquistato per il trasporto fino alla destinazione dove gli è stato negato l´ingresso.

18.4. Responsabilità del Passeggero per multe, costi di detenzione ecc.
Qualora il Vettore debba pagare o depositare una multa o una penale o sostenere delle spese di qualsiasi tipo in ragione del comportamento, volontario o involontario, posto in essere dal Passeggero in violazione delle leggi vigenti negli Stati di partenza, di destinazione e di transito , o della mancata presentazione dei documenti richiesti, oppure della presentazione di documenti non conformi, il Passeggero dovrà, a richiesta del Vettore, rimborsargli gli importi versati o depositati e gli esborsi sostenuti. Il Vettore potrà utilizzare a tal fine qualsiasi somma già versatagli per trasporti non effettuati oppure appartenente al Passeggero e nelle mani del Vettore.

18.5. Controlli in dogana
(a) Se richiesto dalle autorità doganali o da altre autorità pubbliche, il Passeggero può essere invitato ad assistere all´ispezione dei propri Bagagli (in ritardo, Registrati o Non Registrati). Il Vettore non potrà essere ritenuto responsabile dei danni o delle perdite subiti dal Passeggero in tali situazioni, in particolare se quest´ultimo si rifiuta di assistere all´ispezione dei Bagagli.

(b)
Il Passeggero dovrà risarcire il Vettore qualora una propria azione, omissione o negligenza causi al Vettore un danno, in particolare a causa di violazioni delle disposizioni del presente articolo o in seguito all´autorizzazione concessa al Vettore di procedere all´ispezione dei Bagagli.

18.6. Controlli di sicurezza
(a) Il Passeggero è tenuto a sottoporsi ai controlli di sicurezza imposti dalle autorità pubbliche o aeroportuali o richiesti del Vettore.

(b) Il Vettore non può essere ritenuto responsabile del rifiuto di trasportare un Passeggero, in particolare se la decisione è motivata dalla necessità di conformarsi alle leggi o ai regolamenti vigenti e/o tenuto conto della situazione.

Articolo XIX - Responsabilità per danni

19.1. Considerazioni generali
La responsabilità del Vettore sarà determinata dalle Condizioni Generali di Trasporto del Vettore Contrattuale, salvo disposizioni contrarie purché comunicate al Passeggero. Il Vettore potrà essere ritenuto responsabile se ricorreranno le seguenti condizioni:

19.1.1 Il trasporto effettuato nell´ambito delle presenti Condizioni Generali di Trasporto è soggetto alle norme sulla responsabilità, di cui alla Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999 ed al Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio (CE) n° 889 del 13 maggio 2002 recante la modifica del Regolamento del Consiglio (CE) n° 2027 del 9 ottobre 1997 sulla responsabilità dei Vettori aerei in materia di trasporto di passeggeri e dei loro bagagli.

19.1.2 Ai sensi dell´articolo 17 della Convenzione, il Vettore è responsabile del pregiudizio subito in caso di decesso o di lesione corporale per il solo fatto che l´incidente che ha originato la morte o la lesione corporale è avvenuto a bordo dell´aeromobile oppure durante le operazioni d´imbarco o di sbarco.

19.1.3 Purché quanto segue non contrasti con le altre clausole delle presenti Condizioni e indipendentemente dall´applicabilità o meno della Convenzione:

(a) La responsabilità del Vettore è limitata al Danno verificatosi durante i Trasporti aerei per i quali il suo Codice Identificativo è riportato nel Tagliando o nel Biglietto corrispondente al volo. Il Vettore che emette un Biglietto per una prestazione di trasporto effettuata da un altro Vettore, o che registra un Bagaglio per conto di un altro Vettore, agisce come semplice mandatario di quest´ultimo. Tuttavia riguardo ai Bagagli Registrati, il Passeggero ha il diritto di presentare ricorso contro il primo Vettore o l´ultimo Vettore che hanno operato le tratte del suo viaggio.

(b) La responsabilità del Vettore non può superare l´ammontare dei Danni diretti dimostrati. In nessun caso il Vettore sarà responsabile di Danni indiretti o di qualsiasi tipo di Danni non compensativi.

(c) In nessun caso il Vettore potrà essere ritenuto responsabile di Danni derivanti dalla propria osservanza di disposizioni di legge o di regolamenti (leggi, regolamenti, decisioni, esigenze e disposizioni) o dall´inosservanza di quelle stesse disposizioni da parte del Passeggero.

(d) Nessuna responsabilità può essere imputata al Vettore in caso di Danni ai Bagagli Non Registrati, salvo qualora il Danno derivi direttamente da colpa del Vettore o dei suoi incaricati o mandatari, che dovrà essere provata dal Passeggero che  adduce tale Danno.

(e) Il Vettore non è responsabile di qualsivoglia patologia, lesione o handicap, compreso il decesso di un Passeggero, dovuti alla condizione fisica di quest´ultimo, né dell´aggravamento di tale stato.

(f) Il Contratto di Trasporto, comprese le presenti Condizioni Generali di Trasporto e tutte le esclusioni o limitazioni di responsabilità in esse stabilite, si applicano ed producono effetti giuridici a favore degli Agenti Autorizzati del Vettore, dei suoi incaricati e mandatari operanti nell´esercizio delle rispettive funzioni, e dei suoi rappresentanti, del proprietario dell´aeromobile utilizzato dal Vettore nonché degli agenti, dipendenti e rappresentanti di tale proprietario. L´ammontare complessivo che le persone suddette potranno risarcire non potrà superare quello della responsabilità del Vettore.

(g) Qualora il Danno sia stato causato in tutto o in parte da negligenza o da altri atti od omissioni pregiudizievoli imputabili al richiedente l´indennizzo o alla persona da cui tale richiedente deriva i propri diritti, il Vettore sarà esonerato in tutto o in parte dalla responsabilità verso quella persona, anche in caso di decesso o di lesione corporale secondo la legislazione vigente.

(h) Salvo accordo esplicito, nessuna delle presenti disposizioni comporta la rinuncia all´esclusione o alla limitazione della responsabilità del Vettore, del proprietario dell´aeromobile utilizzato da quest´ultimo e dei loro agenti, incaricati, mandatari o rappresentanti, conformemente alla Convenzione e alla legislazione applicabile.

19.2. Disposizioni applicabili ai voli internazionali e nazionali
19.2.1. Danni corporali:
(a) Conformemente all´articolo 17 par. 1 della Convenzione d Montreal del 28 maggio 1999, fatti salvi i casi di esonero dalla responsabilità, in caso di decesso o di lesione corporale subita da un Passeggero, il Vettore è responsabile del Danno se l´incidente che lo ha causato è avvenuto a bordo dell´aeromobile o nel corso di operazioni d´imbarco e di sbarco ai sensi della suddetta Convenzione.

(b) Il Vettore non sarà responsabile del Danno se fornirà la prova che:
• Il decesso o le lesioni corporali subite dal Passeggero sono state causate da uno stato di salute fisico o mentale del Passeggero preesistente all´imbarco a bordo dell´aeromobile.
• Il Danno di cui al paragrafo 2.1 (a) è stato causato in tutto o in parte da negligenze o da atti od omissioni pregiudizievoli imputabili al richiedente l´indennizzo o alla persona da cui tale richiedente deriva i propri diritti, secondo l´articolo 20 della Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999.
• Il Danno non è dovuto a negligenze o ad altri atti od omissioni pregiudizievoli imputabili al Vettore o ai suoi incaricati o mandatari, qualora il Danno superi l´ammontare di 113.100 DSP a Passeggero secondo l´articolo 21 par. 2 (a) della Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999.
• Il Danno è stato causato unicamente da negligenze o da altri atti od omissioni imputabili a terzi, qualora il Danno superi l´ammontare di 113.100 DSP a Passeggero secondo l´articolo 21 par. 2 (b).

(c) Ammontare del Danno risarcibile:
• L´ammontare della responsabilità del Vettore in caso di morte o di lesione corporale di un Passeggero, ai sensi del precedente paragrafo 2.1 (a), non è soggetta ad alcuna limitazione. L´ammontare del Danno risarcibile dovrà essere  pari al risarcimento del Danno  determinato con un accordo stragiudiziale o con una perizia o dai tribunali competenti.
• Nell´ambito delle presenti disposizioni, il Vettore risarcirà al Passeggero solo gli importi eccedenti quelli già percepiti da quest´ultimo in virtù del regime previdenziale al quale lo stesso è iscritto e inoltre per i soli Danni compensativi.
(d) Il Vettore si riserva tutti i diritti di rivalsa e di surrogazione contro qualunque terzo.

(e) In caso di morte o di lesione corporale causati da incidente aereo, ai sensi dell´articolo 17 della Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999 e del paragrafo 2.1 (a) del presente articolo nonché in applicazione dell´articolo 5 del Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio (CE) n° 889 del 13 maggio 2002 recante la modifica del Regolamento del Consiglio (CE) n° 2027 del 19 ottobre 1997, alla persona individuata come Avente diritto potrà essere versato un acconto proporzionale al danno subito per far fronte alle necessità immediate. In caso di decesso, tale acconto non sarà inferiore all´equivalente in EURO di 16.000 DSP per Passeggero. Ferma restando la legislazione vigente, l´acconto sarà versato entro 15 giorni dall´individuazione dell´Avente diritto e dovrà essere dedotto dall´importo definitivo  spettante al Passeggero deceduto a titolo di indennizzo.
Ai sensi dell´articolo 5 del Regolamento n° 889 del 13 maggio 2002 e dell´articolo 28 della Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999, il versamento di questi acconti o pagamenti anticipati non equivale a un riconoscimento di responsabilità. Detti importi potranno essere dedotti da quelli successivamente versati dal Vettore Aereo Comunitario a titolo d´indennizzo proporzionalmente alla propria responsabilità.
Detto acconto non è rimborsabile, salvo qualora venga dimostrato che il Danno è stato causato in tutto o in parte da negligenze o da altri atti od omissioni pregiudizievoli imputabili al richiedente l´indennizzo o alla persona da cui tale richiedente deriva i propri diritti, oppure qualora la persona a cui l´acconto è stato pagato non aveva il diritto ad ottenere l´indennizzo.

19.2.2 Ritardi:
(a) Caratteristiche del Danno risarcibile:
• Sono risarcibili solo i Danni diretti, dimostrati e causati direttamente da un ritardo, esclusi tutti i Danni indiretti e qualsiasi tipo di Danno diverso da quelli compensativi.
• Spetterà al Passeggero dimostrare l´esistenza di un Danno direttamente imputabile al ritardo.

(b) Ampiezza della responsabilità del Vettore:
• Il Vettore non sarà responsabile del Danno risultante dal ritardo se dimostrerà di aver adottato, o che i suoi incaricati o mandatari avevano adottato, tutte le misure ragionevolmente attuabili per evitare il Danno, oppure che tali misure era impossibile attuare.
• Il Vettore non è responsabile del Danno causato da un ritardo se esso è imputabile in tutto o in parte al Passeggero, ossia se il Danno deriva in tutto o in parte da negligenze o da atti od omissioni pregiudizievoli imputabili al richiedente l´indennizzo o alla persona da cui tale richiedente deriva i propri diritti.

(c) Ammontare del risarcimento:
• In caso di Danno subito da Passeggeri a causa di un ritardo, come definito dalla Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999, ed eccettuati gli atti o le omissioni commessi dal Vettore o dai suoi incaricati nell´intento di causare volontariamente un Danno, o con imprudenza e  consapevolezza del Danno che potrebbe derivarne, la responsabilità del Vettore è limitata alla somma di 4.694 DSP a Passeggero. L´ammontare del risarcimento dovrà essere determinato in considerazione del Danno provato dal Passeggero.
• In caso di Danno causato da un ritardo nella riconsegna dei Bagagli Registrati, eccettuati gli atti o le omissioni commessi nell´intento di causare volontariamente un Danno o con imprudenza e  consapevolezza  del Danno che potrebbe derivarne, la responsabilità del Vettore è limitata alla somma di 1.131 DSP a Passeggero. Potrà essere  concesso ai Passeggeri un risarcimento forfettario (diretto a coprire i costi di prima necessità).

19.2.3 Bagagli:
(a) Conformemente all´articolo 17 della Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999, il Vettore è responsabile del Danno patito a causa della distruzione, della perdita o del danneggiamento di Bagagli Registrati se l´incidente che ha provocato il Danno è avvenuto a bordo dell´aeromobile o quando il Vettore aveva in custodia i Bagagli Registrati.

(b) Esonero dalla responsabilità del Vettore:
• Il Vettore non sarà responsabile dei Danni subiti dai Bagagli del Passeggero a causa della tipologia o di un difetto di tali Bagagli. Se i beni contenuti nei Bagagli del Passeggero causano un pregiudizio a un´altra persona o al Vettore, il Passeggero sarà tenuto risarcire al  Vettore tutte i danni subiti e le spese sostenute in tale circostanza.
• Il Vettore non si assumerà alcuna responsabilità ulteriore, oltre a quella prevista dal successivo capoverso (c), per i Danni e/o le perdite causati a oggetti fragili o di valore, o imballati in modo inadeguato, di cui all´articolo 10.1.2, salvo qualora il Passeggero abbia presentato la Dichiarazione Speciale d´Interesse di cui all´articolo 10.2.3. e abbia pagato il relativo supplemento tariffario.
• Il Vettore non sarà responsabile dei Danni causati in tutto o in parte ai Bagagli da negligenze o da atti od omissioni pregiudizievoli imputabili al richiedente l´indennizzo o alla persona da cui tale richiedente deriva i propri diritti.

(c) Ammontare del danno risarcibile:
• In caso di Danno ai Bagagli Registrati, eccettuati gli atti o le omissioni commessi dal Vettore o dai suoi incaricati nell´intento di causare volontariamente un Danno o con imprudenza e  consapevolezza del Danno che potrebbe derivarne, la responsabilità del Vettore è limitata alla somma di 1.131 DSP a Passeggero. Se è stato dichiarato un valore superiore, conformemente all´articolo 10.2.3, la responsabilità del Vettore sarà limitata al valore dichiarato, salvo  che il Vettore possa provare che detto valore è superiore all´interesse reale del Passeggero al  tempo della consegna.
• Il Vettore potrà essere ritenuto responsabile dei Bagagli Non Registrati accettati a bordo solo in caso di colpa dimostrata sua o dei suoi incaricati o mandatari. In tal caso detta responsabilità sarà limitata a 1.131 DSP a Passeggero.

Articolo XX - Termini dei reclami e delle azioni di responsabilita

20.1. Notifiche dei reclami concernenti i bagagli

(a) Il ritiro dei Bagagli Registrati senza la presentazione di reclami da parte del Passeggero, presso gli appositi banchi a ciò dedicati presenti in aeroporto,  nei termini  previsti, costituirà una presunzione, salvo prova contraria da fornirsi a cura del Passeggero, della riconsegna dei Bagagli in buono stato e conformemente al Contratto di Trasporto. Tutti i Bagagli mancanti devono essere imperativamente segnalati al vettore subito dopo l´arrivo del volo. Non potranno essere prese in considerazione le dichiarazioni effettuate in tempi successivi. Analogamente, tutti gli oggetti di cui si constati la mancanza nei Bagagli devono essere segnalati imperativamente al Vettore il prima possibile. Non potranno essere prese in considerazione le dichiarazioni tardive.

(b) In caso di deterioramento, ritardo, perdita o distruzione dei propri Bagagli, il Passeggero deve inviare anche un reclamo scritto al Vettore non appena possibile e comunque entro, rispettivamente, sette (7) giorni (in caso di deterioramento o distruzione) e di ventuno (21) giorni (in caso di ritardo) a partire dalla data in cui i Bagagli sono stati messi a sua disposizione. Se il reclamo non sarà presentato nei termini previsti, tutte le azioni intentate contro il Vettore saranno inammissibili, salvo in caso di frode del Vettore. Se il reclamo sarà stato presentato nei termini previsti (sette (7) o ventuno (21) giorni), ma se nessuna conciliazione avrà potuto essere concordata tra il Vettore e il Passeggero, quest´ultimo potrà intentare un´azione risarcitoria del danno entro i due anni successivi alla data d´arrivo dell´aeromobile o alla data in cui l´aereo avrebbe dovuto atterrare.

20.2. Azioni di responsabilità intentate dai Passeggeri
A pena di decadenza, tutte le azioni di responsabilità devono essere intentate entro due anni dalla data di arrivo a destinazione, o dalla data in cui l´aeromobile sarebbe dovuto arrivare o dalla fine del viaggio. Il criterio di calcolo di tale periodo di decadenza sarà stabilito dalla legge vigente nel paese del Tribunale adito.

20.3. Tutti i reclami o le azioni indicati nei precedenti paragrafi 20.1 e 20.2 devono essere presentati in forma scritta entro i termini stabiliti.

inizio pagina